Smartness in waste management

Un sistema di monitoraggio sulla raccolta differenziata.

Il 2 dicembre scorso è stato presentato a Roma “Smartness in waste management”, il primo green open data ambientale in Italia. Si tratta di un sistema di monitoraggio sulla raccolta differenziata adottato in 26 capoluoghi di provincia italiani. Pensato per venire incontro alle necessità degli enti locali di migliorare i parametri di raccolta, emissioni e costo dei sistemi urbani di raccolta dei rifiuti, ha come obiettivo quello di ridurre e prevenire la produzione di rifiuti sul territorio alzando il livello di “smartness” delle città attraverso strumenti informativi più completi rispetto agli attuali. Il controllo del ciclo dei rifiuti consentirà di valutare in tempo reale le proprie performance ambientali ed economiche.

Per attuare questo processo è stato firmato un protocollo d’intesa fra il Ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare e Ancitel Energia e Ambiente, società italiana nata nel 2007 per realizzare progetti e servizi per i Comuni italiani nel settore ambientale. SWM mette a disposizione importanti informazioni come i rifiuti prodotti per abitante, la percentuale di raccolta differenziata, le emissioni di CO2 prodotte, il bilancio delle emissioni e distanza media degli impianti di riciclaggio delle emissioni e il costo totale del processo euro/abitante. I dati raccolti sono condivisibili attraverso i social network e monitorati attraverso un’app a disposizione di tutti i cittadini. I 26 comuni inseriti nel progetto, che punta quindi a creare una migliore “economia circolare” sotto il profilo della sostenibilità economica, ambientale e sociale sono Alessandria, Aosta, Ascoli Piceno, Chieti, Cosenza, Crotone, Campobasso, La Spezia, Lecce, Lecco, Matera, Messina, Parma, Pavia, Perugia, Pescara, Pistoia, Prato, Ragusa, Sassari, Taranto, Teramo, Terni, Trapani, Trieste e Vicenza. Entro i prossimi due anni tutti i capoluoghi di provincia italiani dovrebbero essere dotati di questo sistema di controllo.

La realizzazione di questo open data ambientale si colloca all’interno del grande progetto europeo di raggiungere entro il 2020 la soglia del 50% di avvio al riciclo, utilizzando i rifiuti come una risorsa a tutti gli effetti.

Per maggiori informazioni si rimanda al sito http://www.ea.ancitel.it/.

17 Maggio 2013 6:00:53 PM | 0 Comments

Barack Obama, con un executive order, estende l’utilizzo degli open data, riconosciuti come utile strumento per il governo e l’economia

07 Maggio 2013 10:11:48 AM | 0 Comments

Il Comune di Milano lancia un concorso tra gli sviluppatori per un’applicazione che sfrutti i dataset messi a disposizione

A cosa serve davvero la trasparenza? Ottenuta, anche in Italia, una sempre maggior fortuna anche presso la pubblica...

02 Maggio 2013 1:53:02 PM | 0 Comments

Pubblicati i dati 2012 relativi a Bilancio consolidato, Bilancio civilistico, Sostenibilità

Pagine